Zucchero - Che destino sei

“Confini
di stanche parole
la campagna ormai
si veste di sole
ricami
che il tempo rovina
però mi perderei
per ritrovarti vicina
che destino sei
abbracciami con la tua pelle
occhi che non si abbassano mai
cacciatore non c’è
che ci possa sorprendere
vicini a un cielo pulito
innamorati noi
da un amore ferito
noi che tentiamo
ti amo
e non abbiamo fortuna
non abbaiamo mai
come i lupi alla luna
e restiamo qui
uccelli di bosco
noi bagnati di brina
come un fiore nascosto
e carezze vuoi
mani dolci avrei
che destino sei
abbracciami con la tua pelle
occhi che non si abbassano mai
cacciatore non c’è
che ci possa sorprendere
vicini a un cielo pulito
innamorati noi
da un amore ferito
noi bagnati di brina
come un fiore nascosto
e carezze vuoi
mani dolci avrei.”

Zucchero - Che destino sei (testo di Adelmo Fornaciari e Luigi Albertelli; musica di Adelmo Fornaciari) - 3:17
Album: Un po’ di Zucchero (1983)

  • Share/Bookmark

Leave a Reply

Bad Behavior has blocked 426 access attempts in the last 7 days.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok